istituzionali-feasr-gal-mv

Pacchetti turistici - Grande Guerra

Sulla strada della Prima Armata

Sulla strada della Prima Armata

La Strada delle 52 Gallerie (o Strada della Prima Armata) è un'opera straordinaria di ingegneria militare che conduce da Bocchetta Campiglia alle Porte del Pasubio presso il rifugio Achille Papa e che consentiva l'approvvigionamento delle truppe arroccate sul Pasubio con un ardito percorso al riparo dalle azioni nemiche.

Un percorso affascinante attraverso il versante meridionale del monte, situato al riparo dal tiro dell'artiglieria austro-ungarica, caratterizzato da guglie, gole profonde e pareti rocciose a perpendicolo. Sul Colle Bellavista, è poi possibile visitare l'Ossario del Pasubio, imponente monumento dedicato alla memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale. Contiene i resti di 5.146 soldati italiani e 40 austriaci. Le ossa, in molte teche in cui sono custodite, sono a vista.

Il tour operator consiglia:

Escursione a piedi attraverso la Strada delle 52 Gallerie, visita delle trincee nel territorio di confine italo-austriaco delle Prealpi vicentine (guida alpina a richiesta), cestino da viaggio, degustazione di Sopressa, prodotto De.Co. di Valli del Pasubio, pernottamento in camera doppia B&B, (a richiesta pernottamento in rifugio). Costo a partire da € 85,00 a persona.

L'escursione si svolge in ambiente montano e pertanto richiede un'adeguata preparazione fisica, abbigliamento da montagna con scarponi, antipioggia e berretto da sole.

La montagna racconta – storie della Grande Guerra

La montagna racconta

Emilio Lussu, Ernest Hemingway, Robert Musil, Franz Kafka, Eugenio Montale, Mario Rigoni Stern. Tanti gli scrittori di fama mondiale che hanno raccontato questo altopiano che ha vissuto tutti i 41 mesi della Grande Guerra in prima linea. Oggi questo è un vero e proprio luogo della memoria, il posto ideale per tutti gli appassionati di storia e per coloro che vogliono andare alla scoperta dei resti e delle testimonianze della Grande Guerra. Ovunque infatti si possono trovare sentieri fortificati, linee trincerate, appostamenti, baraccamenti e strutture difensive per presidi. In occasione del centenario dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, proponiamo un percorso tematico nella zona di Tonezza del Cimone.

Sarete infatti accompagnati da una guida specializzata nella grande guerra in un percorso alla scoperta di questi luoghi ricchi di storia, che prevede una visita al Cimitero Austro Ungarico, all'Ossario del Monte Cimone e al Centro visite della Grande Guerra.

Il tour operator consiglia:

Un pernottamento in camera doppia con prima colazione a Tonezza di Cimone, aperitivo di benvenuto, ingresso al Cimitero Austro Ungarico, all'Ossario del Monte Cimone e al Centro Visite della Grande Guerra e cena a base di prodotti tipici nei locali selezionati a partire da € 100,00 a persona.
A richiesta la guida specializzata che varierà in base al numero dei partecipanti

Fotografando i sentieri della Grande Guerra

Fotografando i sentieri della Grande Guerra

Per tutti gli appassionati di fotografia, un percorso suggestivo che ripercorre i sentieri e i luoghi della Grande Guerra, in un territorio che ha vissuto in prima linea tutti i 41 mesi di conflitto. Sentieri, forti, trincee. Quassù tutto parla della Grande Guerra. Il tragitto è studiato in modo da soffermarsi nei luoghi di maggior interesse per la fotografia. Reperti, tracce, scorci da immortalare per quello che può essere considerato un vero e proprio documentario self-made.

Il tour si svolge ad Arsiero e prevede la percorrenza della strada degli alpini, la visita al Cimitero Monumentale di Arsiero, al Forte Campomolon e al Forte Casaratti. Il giorno successivo, escursione sul Monte Cengio - Salto dei Granatieri.

Il tour operator consiglia:

Visita dei luoghi della Grande Guerra (con guida naturalistica su richiesta). Visita del Cimitero Monumentale di Arsiero, pernottamento in camera doppia con trattamento di B&B nella zona di Arsiero, cena a base di prodotti tipici, il giorno successivo escursione sul Monte Cengio lungo il percorso del Salto dei Granatieri a partire da € 88,00 a persona.

L'escursione del secondo giorno si svolge in ambiente montano e pertanto richiede un' adeguata preparazione fisica, abbigliamento da montagna con scarponi, antipioggia e berretto da sole.

Un percorso fra le due guerre

Un percorso fra le due guerre

Il percorso sulle tracce della Grande Guerra nella zona del Grappa prevede la visita ai luoghi più significativi del primo conflitto bellico. Luoghi che sono stati scenari di battaglie e che hanno ancora, dopo oltre un secolo, molto da raccontare.
Si parte da Cismon del Grappa per un percorso a piedi che permette di ripercorrere i sentieri della Grande Guerra e raggiungere l'Ossario Cima Grappa, cimitero monumentale che sorge sulla cima del monte e ospita le spoglie di oltre 12mila soldati italiani caduti proprio sul Grappa. Si prosegue per il Forte Tombion, una delle prime fortificazioni del sistema difensivo italiano che fu edificata nel Veneto dopo l'annessione al Regno d'Italia. Il forte faceva parte dello Sbarramento Brenta-Cismon e fu costruito nel 1885 ed era armato con 4 pezzi da 75 A. Durante la Prima Guerra Mondiale venne sgomberato e non fu affatto danneggiato, mentre durante la seconda guerra mondiale fu utilizzato come deposito di esplosivi dopo l'8 settembre 1943 dall'esercito nazista.
Nei pressi del forte si trova un'antica fortificazione militare, il Covolo di Butistone, che precedentemente sbarrò il Canale del Brenta e venne utilizzato come difesa militare fino alla costruzione del Forte Tombion. Da visitare, per unire la storia alle conoscenze naturalistiche del territorio, il Museo del Covolo e della Grande Guerra.

Un percorso ricco di testimonianze, ancora parzialmente intatte, su prima e seconda guerra mondiale, in uno dei territori che certamente è stato fra i più segnati dai conflitti, che viene completato dalla visita al Museo degli Alpini, centro di documentazione sulle storiche truppe da montagna.

Il tour operator consiglia:

Escursione lungo il sentiero che porta alla cima del Monte Grappa e visita del Museo degli Alpini (guida storico-naturalistica su richiesta), pranzo al sacco, pernottamento in camera doppia con trattamento di B&B, cena tipica con prodotti locali. Costo a partire da € 125,00 euro a persona in camera doppia.

La Grande Guerra nelle prealpi vicentine

La Grande Guerra nelle prealpi vicentine

Le prealpi vicentine: un museo a cielo aperto che, alle bellezze naturalistiche, unisce le molteplici testimonianze storiche di trincee e battaglie, di vivi e di morti. Tutto qui emana ricordo, tutto è documentazione storica riguardo all'evento che forse più di tutti ha toccato questo territorio: la Prima Guerra Mondiale.
Il percorso è studiato proprio per chi voglia unire la passione per la natura a quella per la storia, lungo sentieri storico-escursionistici che molto hanno da raccontare. Si parte dal Sentiero Storico di Campogrosso, semplice itinerario escursionistico di primaria importanza per gli aspetti storici e naturalistici, collega i resti di manufatti militari della Grande Guerra.

Il sentiero fa parte della struttura dell'Ecomuseo all'aperto della Grande Guerra nelle prealpi vicentine. Tra le tante testimonianze, si possono notare le opere di sbarramento predisposte nell'estate 1916. Lungo tutto il percorso numerose tabelle indicano le postazioni, gli osservatori, le gallerie, i bunker, le trincee, le stradine militari e i luoghi protagonisti di sanguinose battaglie durante la prima guerra mondiale.
Anche il Monte Civillina è un luogo ricchissimo dal punto di vista delle testimonianze sulla Grande Guerra. Sulla sua cima, sono state infatti rinvenute numerose postazioni. Il monte Civillina con la sua posizione centrale ed elevata precludeva il passaggio alle valli circostanti, ergendosi a sorta di difesa naturale. Tutta la dorsale è disseminata di postazioni, trincee, nidi di mitragliatrice, bunker. Il sentiero cosiddetto del "Sentinello" sale ripido e da esso partono diversi sentieri che portano ai vari manufatti, quasi tutti visitabili.
Il viaggio alle radici della guerra si conclude con la visita a uno dei luoghi di maggior interesse storico: il bunker tedesco della seconda guerra mondiale al Parco delle Fonti Centrali di Recoaro.
Al percorso può essere abbinato un trattamento alle Terme di Recoaro e una cena con menù degustazione, tra cui gli gnocchi con la fioreta, tipico prodotto De.Co. del vicentino.

Il tour operator consiglia:

Escursione lungo il sentiero "del Sentinello" (guida storico-naturalistica su richiesta) con pranzo al sacco , pernottamento in camera doppia in trattamento di B&B, cena tipica con prodotti locali. Costo a partire da € 120,00 a persona in camera doppia.

veneto.eu

Iniziativa finanziata dal programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 – 2013 – Asse 4 – Leader
Organismo responsabile dell’informazione: Vicenza è soc. cons. r. l.
Autorità di Gestione designata per l’esecuzione: Regione del Veneto – Direzione Piani e programmi del Settore Primario

Vicenzae Soc.Cons.r.l.

Vicenza Cuore del Veneto

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Abbiamo 2 visitatori e nessun utente online

Contattaci

Vicenza è Società Cons.r.l.
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 96 43 80
Fax: +39 0444 96 43 79

Web: www.turismomontagnavicentina.it

Profilo Facebook